Tre indici fondamentali per controllare il tuo albergo; li conosci?

Revenue management

Per gestire al meglio un’impresa alberghiera occorrono molto competenze e capacità di analisi ma per poter effettuare scelte corrette occorre che i presupposti sui quali ci basiamo siano altrettanto corretti. Di un’azienda alberghiera si possono analizzare moltissimi dati: vediamo i 3 principali che ogni albergatore dovrebbe conoscere…

1. ADR: si tratta dell’acronimo di Average daily rate, ovvero la tariffa media di vendita alla quale abbiamo venduto le nostre camere. Essa rappresenta un indicatore che di per sé non indica lo stato di salute di un albergo perché non c’è raffronto con l’occupazione che l’hotel ha registrato. Pertanto un ADR alta non è necessariamente sinonimo di un albergo in salute e viceversa.

2. REVPAR: si tratta dell’acronimo di Revenue per available room, ovvero ricavo medio per camera disponibile. Rappresenta un indicatore importantissimo perché rapporta il fatturato al numero di room nights disponibili. Rappresenta un indicatore di sintesi importante della redditività media di un’azienda alberghiera che consente anche di confrontare aziende di dimensione differente e risponde alla domanda “quanto rendono le mie camere?”

3. REVPOR o GopPAR: si tratta dell’acronimo di Revenue per occuped room, ovvero il ricavo medio per camera occupata. A differenza del REVPAR considera il fatturato totale (comprendente in questo caso anche i servizi offerti) in rapporto alle sole camere occupate. Risponde alla domanda “quanto ha fruttato la vendita delle camere”