Dati sul turismo estivo in Valle d’Aosta 2016

Dati sul turismo estivo in Valle d’Aosta 2016

TurismOK, in collaborazione con l’Assessorato al turismo della Regione Valle d’Aosta, nel corso dell’estate 2016 ha condotto un’indagine sulle motivazioni che spingono i turisti a visitare la Valle d’Aosta durante la stagione estiva e sulla soddisfazione degli stessi con riguardo all’esperienza vissuta.

L’analisi realizzata si inserisce in una più ampia attività di ricerca avviata con il Rapporto sul turismo invernale in Valle d’Aosta2015-2016 e finalizzata a monitorare le dinamiche in atto nel mercato turistico valdostano, con l’obiettivo di fornire agli operatori turistici dati importanti per la pianificazione delle strategie e la valutazione delle proprie performance.

Obiettivi e metodologia dell’indagine sul turismo estivo in Valle d’Aosta

Il focus principale dell’indagine ha riguardato le motivazioni alla base della scelta della Valle d’Aosta come meta delle vacanze estive dei turisti. La ricerca è stata realizzata attraverso un questionario online composto da 14 domande, oltre ad eventuali commenti, redatto in 4 lingue diverse (italiano, francese, inglese e tedesco). La diffusione dello stesso è stata garantita attraverso l’engagement sui social network emediante la distribuzione capillare sul territorio di apposite locandine presso strutture ricettive, office dutourisme, ristoratori ed altri operatori.

I questionari compilati e validati da luglio a settembre sono stati 1012, rappresentativi di ogni comprensorio turistico. Il target estivo è rappresentato come in inverno dalla fascia d’età 35-50 anni, ma è caratterizzato da turisti mediamente più agée, il che è testimoniato peraltro dalle attività svolte dagli stessi durante la vacanza in Valle d’Aosta.

Gli stessi turisti sembrano inoltre apprezzare l’attività di ricerca: più della metà (53,6%) ha lasciato il proprio indirizzo email per ricevere i risultati dell’indagine, mentre il 38,8% ha richiesto l’invio di offerte vacanza in Valle d’Aosta.

Il campione appare pienamente rappresentativo della provenienza dei turisti in termini di presenze ufficiali. L’81% dei rispondenti è infatti di nazionalità italiana, mentre la restante parte è composta da stranieri provenienti in particolare da regioni di prossimità, Francia e Svizzera su tutte.

A livello di dati ufficiali l’estate 2016 è caratterizzata da 482.837 Arrivi (+6,5% rispetto al 2015) e 1.400.423 (+3,9%)così suddivisi:

Indagine sul turismo estivo in Valle d'Aosta

Fonte RAVA Elaborazione turismOK

Il limitato peso degli stranieri sulle presenze estive è rappresentato dalla seguente raffigurazione grafica della domanda e dell’offerta turistica estiva. La mappa rappresenta la Valle d’Aosta divisa per comuni, il colore più scuro evidenzia le maggiori presenze turistiche. I 3 principali poli turistici estivi sono il Monte Bianco, con Courmayeur in primis, il Gran Paradiso, dove grande importanza è rivestita dalle valli del Parco Nazionale e da Cogne, e infine l’area del Monte Rosa; per contro il Centro Valle soffre una minor presenza di turisti nei mesi estivi 2015 rispetto alle altre zone. Posizionando il cursore su ogni singolo comune si possono scoprire i dettagli sull’offerta e sulla domanda turistica, come il peso di turisti sul totale della Valle d’Aosta o il tasso di internazionalizzazione.

Valle d’Aosta: domanda e offerta turistica estiva 2016

Presenze (Giugno – Settembre 2015), incidenza stranieri, n° esercizi, n° posti letto e popolazione distinti per comune

La mappa rappresenta la Valle d’Aosta divisa per comuni, il colore più scuro evidenzia le maggiori presenze turistiche. Sono 3 i poli turistici estivi: Monte Bianco con Courmayeur in primis; Gran Paradiso e la grande importanza che rivestono le valli del Parco Nazionale e Cogne e l’area del Monte Rosa. Meno turisti nel Centro Valle durante i mesi estivi 2015.

Passando il cursore su ogni singolo comune possiamo scoprire dettagli sull’offeta e la fomanda turistica, come il peso di turisti sul totale della Valle d’Aosta o il tasso di internazionalizzazione.

La motivazione dei turisti e la soddisfazione degli stessi non sono però gli unici elementi oggetto dell’indagine. Altri capisaldi su cui si fonda la stessa sono:

  • Indagine operatori turistici: interviste dirette a 275 gestori di strutture ricettive, rappresentativi di ogni tipologia, categoria e di ciascuno dei 7 comprensori turistici valdostani
  • Analisi Brand Reputation: analisi delle 60 principali attività da svolgerein Valle d’Aosta (15.041 recensioni, di cui 6.514 scritte nell’ultimo anno e 2.774 nell’ultima estate)
  • Analisi Attività Culturali: analisi delle 75 principali attività culturali presenti in Valle d’Aosta con riguardo alla Brand Reputation, alle caratteristiche strutturali dei siti web e all’attività di promozione effettuata sui social network
  • Analisi Online Travel Agencies: analisi delle strategie di vendita online di un campione di strutture ricettive

 

Alcuni elementi di riflessione emersi dall’analisi dei dati

Già in inverno abbiamo evidenziato il peso delle Coppie, che aumenta nella stagione estiva (49%), caratterizzate da un’età tendenzialmente più agée, il che lo si riscontra nelle attività praticate durante il soggiorno. A titolo esemplificativo, nonostante l’86% delle persone dichiari dipraticare sport nel corso della vacanza le attività maggiormente svolte sono semplici passeggiate (72,4%).

Il target estivo sembra inoltre essere piuttosto fidelizzato alla stagione. Il 78% dei turisti dichiara di essere già stato in Valle d’Aosta e, sebbene la maggioranza degli ospiti affermi di aver soggiornato anche in altre stagioni, il numero di visite più elevato si registra proprio tra giungo e settembre.

Ciò si riflette peraltro sulla principale fonte d’informazione utilizzata per scegliere la Valle d’Aosta quale meta della vacanza: “esperienza in gioventù”. Risulta invece deboleil canale internet, utilizzato più che altro durante il soggiorno per reperire informazioni sulle attività culturali da poter visitare.

Le attività culturali riscuotono un discreto interessamentoda parte dei turisti: più di 6 ospiti su 10 dichiarano infatti di aver visitato almeno un sito culturale e la maggior parte di questi (84%) lo ha fatto per interesse specifico e non come attività di ripiego.

La rappresentazione grafica sottostante mostra i principali siti culturali valdostani e i rispettivi dati di accesso ufficialiregistrati nell’estate 2016. Più il pallino diviene scuro e ampio, maggiori sono i visitatori. Posizionando il cursore sul singolo castello o museo si possono conoscere in maniera approfondita alcune informazioni specifiche, come ad esempio la motivazione che spinge i turisti alla visita oppure la fonte di informazione utilizzata.

Valle d’Aosta: dati sul turismo culturale 2016

Accessi ai siti culturali (Gennaio - Settembre 2016), motivazione principale, fonte d’informazione

La rappresentazione grafica mostra i principali siti culturali valdostani e i rispettivi dati di accesso nell’estate 2016 da parte dei turisti. Più il pallino è scuro e grosso, maggiore sono i visitatori.

Passando il cursore sul singolo castello o museo si può conoscere in maniera approfondita informazioni specifiche, come ad esempio la motivazione che spinge i turisti alla visita oppure la fonte di informazione utilizzata.

Nonostante il discreto interesse mostrato per le attività culturali, dall’indagine emerge che le ricchezze del patrimonio artistico e monumentale della regione non rientrano tra le ragioni primarie per cui i turisti scelgono la Valle d’Aosta. Escludendo la “seconda casa” (e ospitalità di partenti o amici), la motivazione principale della vacanza estiva è rappresentata dalle “bellezze naturali”, seguita da “ricerca di relax” e “pratica di attività sportive”.

La mappa sottostante rappresenta La Valle d’Aosta distinta in comprensori turistici (Monte Cervino, Gran San Bernardo, ecc.). Posizionando il cursore sulle diverse aree turistiche si scoprono le 3 motivazioni che spingono i turisti a visitarle.Diversamente, cliccando sui pallini al centro dei comprensori si possono consultare ulteriori caratteristiche del target di riferimento, come ad esempio l’età o il sesso dei viaggiatori.

Valle d’Aosta Estate 2016: chi la visita e perché?

Motivazioni principali, profilo anagrafico e frequenza di visita distinti per comprensorio turistico

La Valle d’Aosta è qui rappresentata distinta in comprensori turistici (Monte Cervino, Gran San Bernado, ecc..). Passando con il mouse si scoprono le 3 motivazion iche spingono i turisti estivi in ciascuna area turistica.

Cliccando sui comprensori turistici si potranno trovare ulteriori caratteristiche come ad esempio l’età o il sesso dei viaggiatori.

Informazioni di notevole interesse derivano inoltre dall’analisi degliaspetti che i turisti ritengono importanti nella scelta della destinazione turistica.L’elemento più importante risulta essere il “grado di accoglienza”, il che si lega a quanto già emerso al termine della stagione invernale quando avevamo dimostrato quanto l’accoglienza iniziale possa influenzare la soddisfazione dei turisti per l’intera vacanza.Il target estivo dimostra invece meno interesse per l’intrattenimento e la vita notturna, il che è dovuto soprattutto all’età avanzata dei turisti.

Un aspetto di criticità è però rivestito dal “livello dei prezzi” a cui il target estivo sembra essere molto sensibile, probabilmente perché in prevalenza italiano. Rispetto all’inverno aumentano coloro che trovano la Valle d’Aosta “cara”, probabilmente per un mercato turistico a maggioranza italiano più sensibile alla leva prezzo.

Nonostante ciò la maggioranza dei turisti si ritiene complessivamente molto soddisfatto della vacanza estiva, ancora di più rispetto all’inverno: tra una stagione e l’altra il voto mediopassa da 7,6 a 8,77.

L’indagine condotta restituisce una fotografia dell’attuale mercato turistico estivo della Valle d’Aosta e dei comportamenti d’acquisto del target di clientela che lo caratterizza, strumentale a comprendere come poter migliorare il prodotto turistico.

Per un approfondimento sui principali risultati dello studio è possibile scaricare un abstract dell’Indagine sul turismo estivo in Valle d’Aosta 2016:

Scarica l’indagine

 

Abbiamo da poco pubblicato un nostro approfondimento sui flussi turistici nell’estate 2016 in Valle d’Aosta, per leggerlo clicca qui.